Se sei nostro cliente scarica la nostra guida interattiva gratuita per non perderti niente della nostra città
clicca sul link o vai nella sezione "Scarica la Guida" e inserisci la password che hai ricevuto a momento del Check-in.

PIAZZE

Tante sono le Piazze che animano la vita dei lucchesi. La più famosa e caratteristica è senz’alto Piazza dell’Anfiteatro Romano,con la sua forma ellitica dovuta appunto alla costruzione degli edifici direttamente sui resti dell’Anfiteatro. Piazza San Michele che ospita l’omonima chiesa e dove una volta sorgeva il Foro. Piazza Napoleone dove si trova il Palazzo Ducale e dove in estate si svolge il Lucca Summer Festival, evento che richiama artisti del mondo della musica di livello internazionale. Piazza Cittadella, dove si trova la casa natale di Giacomo Puccini. Piazza San Martino, sede del bellissimo Duomo e Piazza del Giglio che ospita l’omonimo Teatro.

piazza-san-michele
piazza-anfiteatro
Piazza-Grande

TORRI

In epoca medievale erano oltre 250 le torri che spiccavano sopra la città, ed erano la dimostrazione del prestigio e della ricchezza delle famiglie lucchesi. Ai giorni nostri purtroppo no sono arrivate solamente due, conservate in ottime condizioni e tutte e due con la loro particolarità. Torre Giunigi, appartenuta all’omonima famiglia si distingue per la piccola foresta di Lecci proprio in cima ai suoi 44 metri e 230 scalini. La torre più alta è invece la Torre delle Ore con i suoi 50 metri e fu acquistata dal consiglio Generale di Lucca per mettere fine alla lite di due famiglie lucchesi e diede alla città una torre civica dotata di un orologio a carica manuale che batteva i sesti di giornata e i quarti d’ora.

CHIESE

Lucca è detta anche Città dalle cento Chiese, per l’alto numero di edifici religiosi all’interno della cerchia muraria. Le più importanti sono la Chiesa di San Michele in Foro, il Duomo di San Martino, la Basilica di San Frediano da dove parte il 13 settembre la processione di Santa Croce con luminara, che accompagna il Cristo Velato fino al Duomo. 

PALAZZI

In tutta la piana lucchese si possono trovare dimore storiche che sono palazzi principeschi, costruiti da artisti che hanno creato dei veri e proprio capolavori. All’interno delle mura spiccano Palazzo Pnaffer, costruito nel 1660 e che prende il nome dalla famiglia bavarese che dal 1846 al 1929 vi installò la propria birreria (la prima nel Ducato di Lucca. Palazzo Mansi invece risale alla fine del Cinquecento e fu poi acquistato dalla famiglia Mansi che esegui una ristrutturazione interna in stile barocco. Palazzo Pretorio, è un’edificio in stile Rinascimentale eretto nel 1370 con orologio in stile barocco.Ha avuto diverse destinazioni d’uso, attualmente ospita l’autorità bacino del fiume Serchio e l’Accademia lucchese delle Scienze. poi ci sono Palazzo Ducale, Palazzo Bernardini e molte altre da visitare in centro storico. Fuori dalle mura vale la pena citare Ville del calibro di Villa Reale di Marlia e Villa Torrigiani.

MURA

Le Mura di Lucca sono il secondo maggior esempio in Europa di mura costruite secondo i principi della fortificazione alla moderna che si sia conservata completamente integra in una grande città. La loro costruzione iniziò nel 1504 e durò per 144 anni. Hanno una lunghezza di 4223 metri e sono costituite da 11 Bastioni e 6 Porte. Non sono mai servite per respingere attacchi esterni ma sono state usate per evitare l’acqua nella grande alluvione del Fiume Serchio nel 1812. Prima di questa esisteva una cinta muraria più piccola risalente al 180 a.C. Ancora oggi si distingue, nelle vedute aeree, la tradizionale pianta rettangolare romana. Sono ancora intatte due porte, Porta dei Borghi e Porta San Gervasio.

dove-siamo-residenza-centro-storico

PERSONAGGI STORICI

Il più famoso è senza dubbio Giacomo Puccini, la sua casa natale e museo in Piazza Cittadella in Centro Storico. E’ stato un compositore, considerato uno dei maggiori e più significativi operisti di tutti i tempi A Torre del Lago usava invece passare le sue vacanze nella casa sul lago, dove è stato costruito un teatro che ospita il Pucciniano in suo onore. Giosuè Carducci, nato in provincia a Valdicastello, è stato un poeta, scrittore, critico letterario e accademico. Fu il primo italiano a vincere il Premio Nobel per la letteratura, nel 1906. Giovanni Pascoli, è stato un poeta, accademico e critico letterario, figura emblematica della letteratura italiana di fine Ottocento. Nato in Emilia Romagna, si trasferì in vecchiaia nel comune di Barga, in provincia di Lucca.

EVENTI E SPETTACOLI

Ogni anno a Luglio, il Lucca Summer Festival ospita artisti musicali internazionali che richiamano migliaia di fan sotto i palchi di Piazza Napoleone e sotto le Mura. Il Lucca Comics & Games, invece, è per importanza la seconda manifestazione di fumetti e videogames dopo il Comiket di Tokyo. Si svolge in tre giorni a cavallo tra ottobre e novembre e la città si trasforma in una grande sfilata di costumi del mondo fantasy. Il Lucca Puccini Days è un Festival dedicato all’eroe cittadino Giacomo Puccini e si svolge a dicembre a Teatro del Giglio. Lucca Città di Carta è un festival culturale nazionale che richiama scrittori, intellettuali, editori e artisti. La Processione di Santa Croce e Luminara si svolge il 13 Settembre, la città viene illuminata da migliaia di candele e il Volto Santo viene portato dalla Cattedrale di San Frediano al Duomo di San Martino. Da vedere anche in Provincia di Lucca, il Carnevale di Viareggio, uno dei più importanti a livello mondiale, che si svolge tutti gli anni a febbraio.

PRODOTTI TIPICI

L’Italia ha una grande tradizione culinaria e Lucca non tradisce le aspettative con i suoi prodotti tipici lucchesi. Il Buccellato, è un dolce semplice, che vuole nobilitare il pane. L’impasto è morbido e vede l’aggiunta di uva passa e anice, mentre fuori viene spennellato con zucchero e uovo in modo da regalargli un colore lucido marrone scuro. I Tordelli Lucchesi, pasta ripiena di una farcia di carne. Leggenda vuole che la preparazione di questo piatto avvenisse di lunedì, raccogliendo gli avanzi della domenica. A questi si aggiungevano uova, formaggio, bietola, mortadella, pane ammollato e mortadella. La Torta d’Erbi, la base è di pasta frolla di forma rotonda cotta in forno. L’ingrediente principe è la bietola, alla quale si possono aggiungere anche frutta candita, pinoli, uva passa e una spolverata di formaggi. Poi abbiamo la Minestra di Farro, la Zuppa alla Frantoiana, i Matuffi, la Gamurgia, la Rovellina alla Lucchese, il Pane di Patate, il Biroldo, la Farina di Castagne e i Necci